Templates by BIGtheme NET

Sansepolcro, anche in Piazza Torre di Berta arrivano le palme

Prosegue la collaborazione tra Milano e Sansepolcro. La domenica prima di Pasqua sarà inaugurato il dono del Sindaco Sala.

Aveva ragione il Sindaco Cornioli nel dire che la collaborazione tra Sansepolcro e Milano avrebbe regalato molte sorprese. Il gemellaggio, non solo culturale, tra la città di Piero della Francesca ed il capoluogo lombardo si estende anche all’arredo urbano. Quattro palme verranno istallate in modo permanente al centro di Piazza Torre di Berta la domenica a cavallo tra la fine delle Fiere di Mezzaquaresima ma precedente alla Pasqua. Nell’area occupata dalla vecchia torre verranno tolte le pietre che saranno utilizzate per riparare la parte di Via XX settembre nei pressi di Porta Romana.  La nascita di questo piccolo giardino di 64 metri quadri non danneggerà il passaggio delle frecce del Palio della Balestra e allo stesso tempo costituirà lo spazio di dilatazione delle pietre di piazza impedendo la nascita di nuovi fastidiosi avvallamenti.

Prevedibili le reazioni politiche di approvazione e disapprovazione della scelta che andrà ad intaccare il paesaggio urbano di Sansepolcro. Tra i più convinti sostenitori c’è il noto accademico Berto Ferro-Cavalli che cita l’esempio delle sequoie che nel 1892 furono piantate nel Giardino di Piero della Francesca. Ferro-Cavalli sarà affiancato dal Prof. Bartolomeo Sguilloni, perito di fiducia di una nota azienda locale sensibile alle tematiche urbanistiche ed ecologiche. A completare il comitato scientifico non poteva mancare il dottor Giulio Nuciari, rappresentante dell’azienda Starbucks che pagherà l’intervento su Piazza Berta e che aprirà, in occasione della Domenica delle Palme, il suo primo punto vendita in Provincia di Arezzo proprio in Piazza Berta.

A questo punto i cittadini si aspettano dall’asse Milano-Sansepolcro ulteriori sorprese. I soliti noti mormorano di una possibile amichevole Sansepolcro-Milan al Buitoni, dell’interesse de La Rinascente che potrebbe comprare la Coop biturgense ed infine il via libera alla costruzione di una nuova Torre Velasca nei pressi della Ferramenta Gori.  Smentita seccamente la falsa notizia che vedeva il pastificio Buitoni iniziare a produrre panettoni.

Jurgen Sparwasser

Una carriera come mezzala al Magdeburgo con un bottino di una Coppa delle Coppe, tre scudetti e quattro coppe nazionali. La sera del 22 giugno 1974 la sua vita cambia. Abbandona la Germania Orientale per dedicare tutta la sua vita a scrivere articoli giornalistici per lo Zozzo.