Templates by BIGtheme NET

Bere 25 birre al giorno aiuta a ricordarci che siamo delle spugne. Lo dice la scienza

In un momento in cui i divieti in fatto di alimentazione aumentano le paure dei consumatori, le notizie sulle infinite proprietà benefiche della birra fanno tirare un sospiro di sollievo agli estimatori della gettonatissima bevanda.

L’ultima teoria descrive il consumo molesto e smodato della bionda bibita come pratica strategica e di grande utilità per tutti coloro cercano risposte ad uno dei grandi quesiti dell’essere umano, ovvero “Sono un lercio ubriacone?”.

A spiegarla è stata l’alcolista statunitense Margarita Cosmopolitan che, nel suo libro “Drunk or Alive”, ha evidenziato l’assoluta necessità per il consumatore di raggiungere la quota giornaliera di 25 birre per far sì che tutti i freni inibitori vengano meno e si possa finalmente ammettere a se stessi di essere delle invidiabili spugne.

Melissa Zotezio

Farneticante millantatore dal 1988.