Templates by BIGtheme NET

Tag Archivi: città di castello

Alimentazione: grande successo a Sansepolcro per la “Dieta del Cipollaro”

SANSEPOLCRO – A Sansepolcro, nota località della provincia di Arezzo famosa nel mondo per il Palio della Balestra e le sfere di Porta Fiorentina, per il suo Duomo dell’anno mille, per il dipinto di Piero della Francesca e per Luca Pacioli, nonché per chiamarsi Sansepolcro, è nata la nuova moda mondiale: la dieta dell’estate a base di cipolla. La partnership secolare con il comune umbro di Cannara ha portato i cittadini biturgensi a guadagnarsi l’onorevole nomea di (S)Cipollari, ed è proprio alla cittadina biturgense che il Mondo guarda ora come punto di riferimento per la nuova dieta estiva a base di cipolle, ancora più in voga della Ducan. Cipolla, il piatto nobile per eccellenza, Cipollaro, il nome nobile per antonomasia. Proprio per ...

Leggi Articolo »

Ristorante Giapponese chiude dopo appena un mese: la colpa è dei Nordcoreani

Risale ad appena un mese fa l’inaugurazione del ristorante giapponese “Hentai”, aperto a Selci-Lama nei locali che avevano già ospitato un notissimo locale locale. Ha destato dunque grande sconcerto la notizia dell’improvvisa chiusura dell’esercizio da parte delle autorità sanitarie, soprattutto per i numerosi abitanti della Valtiberina che già vi si erano recati a pranzo per scofanarsi più sushi possibile con la ormai consueta formula del menu a prezzo fisso. In una nota stampa del sindaco di San Giustino Paolo Fratini, si precisa però che non sussistono rischi per la salute in quanto “se avete preso il menu all you can eat, probabilmente siete delle persone che fanno cacare e la vostra salute è comunque compromessa già da prima”, parole che ...

Leggi Articolo »

C. Castello, a San Leo Bastia non si placano le polemiche per la ‘movida’ biturgense

CITTA’ DI CASTELLO – Fonti altolocate hanno riportato nei giorni scorsi la notizia che un barista di San Leo Bastia avrebbe denunciato il comune di Sansepolcro chiedendo danni morali per la “movida”. Intervistato dal nostro inviato Chiaro Davanzati, il titolare dell’esercizio, Ippolito Nievo, avrebbe interloquito con tali parole: “A Sansepolcro la gente va per ubriacarsi e divertirsi, è uno scandalo, ci rubano i clienti! È impossibile pensare di tirare avanti un’attività onesta senza avere dei minorenni da far assuefare all’alcol in loco. Tutta la vallata ha distrutto e osteggiato volontariamente qualsiasi tipo di iniziativa culturale e di intrattenimento alternativo proprio per cancellare speranze nei giovani che così si sarebbero legati ancor più al territorio e alla distribuzione dell’alcol da parte dei ...

Leggi Articolo »

AAA Re Magi cercasi: bando pubblico per 3 figuranti al presepe di Volterrano

Su richiesta della Pro Loco di Volterrano, ridente e piacevole località nel comune di Città di Castello, il Centro per l’Impiego tifernate ha attivato la selezione di tre cittadini di sesso maschile, maggiorenni e di origine extracomuniataria per tre ruoli nel presepe vivente di Volterrano. L’impegno lavorativo sarà unicamente per i giorni dal 4 gennaio al 11 dello stesso mese. La graduatoria rimarrà in vigore per 5 anni con la possibilità di essere collocati “in mobilità” e partecipare ad altri presepi umbri negli anni prossimi o di interpretare i “cattivi” nelle celebrazioni pasquali. La domanda dovrà essere indirizzata al Comune di Città di Castello entro e non oltre il 31 dicembre (fa fede il timbro postale) e la selezione sarà ...

Leggi Articolo »

Sono opere di Burri i sacchi trovati lungo la Scatorbia?

Potrebbe essere un importante regalo per Valtiberina ed Altotevere la scoperta casuale di inedite opere dell’artista tifernate proprio alla vigilia del centenario della nascita. CITTA’ DI CASTELLO – “La storia ha dell’incredibile e al momento ha mobilitato esperti del ministero e della sovrintendenza per valutare l’autenticità dei materiali ritrovati”. Queste sono le prime parole di Renato Copparoni, vicepresidente dell’apposita commissione nominata dal Ministero dei Beni Culturali di comune accordo con sovraintendenza perugina, comune tifernate, Fondazione di Palazzo Albizzini e Sogepu (in qualità di sponsor tecnico dell’evento). Tutto comincia in una giornata di metà ottobre, quando il geom. Tonino Testamigna, pluridecorato capopattuglia Sogepu del nucleo prevenzione di abbandono di rifiuti, si reca lungo il greto del torrente Scatorbia per effettuare il ...

Leggi Articolo »

C. Castello, profughi organizzano un ‘corteo-replica’ alla fiaccolata di sabato scorso

“Oltre il danno arriva la beffa. Mentre sulle strade di Città di Castello, ogni giorno, si vive la grave emergenza nomadi, in termini di decoro e sicurezza, il prossimo 2 dicembre andrà in scena la Giornata dell’Orgoglio Clandestino. Dopo l’invasione degli immigrati e la profumata ospitalità garantita ai profughi ecco un’altra giornata che mette le esigenze dei tifernati fuori dalle istituzioni”. E’ un fiume in piena Gianfilippo Serramanico, leader dell’ormai celebre Federazione delle Roncole, nel corso della sua ultima intervista a Piano Primo Notizie. Il capo del noto movimento di cittadini ha lanciato il suo personale allarme riguardo alla ‘contro-manifestazione’ che un’ampia rappresentanza di profughi africani, fondamentalisti mediorientali ed immigrati est europei dell’Altotevere starebbe organizzando per la prossima settimana sulle strade ...

Leggi Articolo »

Tifernate parla italiano forbito per 12 ore: tre morti

CITTÀ DI CASTELLO – Forse voleva essere una bravata ma si è trasformata in tragedia. Un giovane 19enne tifernate H.P., residente nel rione di San Giacomo, ha perso la vita dopo aver parlato ininterrottamente per ben 12 ore utilizzando un registro linguistico ‘aulico’, dunque senza lasciar trasparire il benché minimo accento ‘castelèno’, trascinando di fatto il proprio fisico ben oltre i limiti dell’umana sopportazione. I fatti sono accaduti in piazza Matteotti, nel cuore del comune altotiberino, dove il giovane avrebbe svolto questo bizzarro harakiri senza curarsi minimamente dei possibili danni a persone e cose nelle vicinanze. Con lui sono per l’appunto deceduti altri due cittadini, un tabaccaio del posto A.E.I. e un venditore di fazzoletti congolese O.U.Y., colpevoli solo di ...

Leggi Articolo »

Città di Castello: il sindaco Bacchetta trascrive 8 unioni gay. Dure proteste

A pochi giorni dalla discussa trascrizione di 16 matrimoni gay da parte del sindaco di Roma, Ignazio Marino, anche il primo cittadino di Città di Castello Luciano Bacchetta, sfidando la diffida del prefetto, ha trascritto ieri mattina nel registro comunale otto unioni (contratte all’estero) di coppie omosessuali altotiberine. Il sindaco, tra gli applausi della sala consiliare del comune tifernate, ha parlato del “Diritto di veder riconosciuto l’amore. Anche in Valtiberina, come nel resto d’Italia, abbiamo un percorso da fare per garantire a tutti gli stessi diritti”. CONTESTAZIONE – “Bacchetta Famigliofobico”: questo l’enorme striscione srotolato all’esterno di Palazzo dei Priori da un gruppo di attivisti locali autodefinitisi Federazione delle Roncole. “Siamo qui solo per dire ancora una volta che il sindaco ...

Leggi Articolo »

Festival delle Nazioni, salta il gran finale con i System Of A Down

Si è svolto come di consueto negli scorsi giorni a Città di Castello il Festival delle Nazioni, che ogni anno tributa la cultura musicale di un diverso paese. Protagonista di questa quarantasettesima edizione è l’Armenia; ricorre infatti il 943° anniversario della conquista della nazione caucasica da parte dei Turchi Selgiuchidi, guidati da Alp Arslan. Scelta dettata anche, come ci spiega il direttore artistico Aldo Sisillo “dalla necessità di trovare una popolazione che avesse subìto un genocidio, ma che non fossero i soliti ebrei, che oramai sono decisamente out e non rappresentano più un’attrattiva convincente”. Un’occasione imperdibile per ascoltare i delicati suoni dei tipici strumenti armeni, come tamburi in pelle de capra, maracas a cacaruzzi de capra e sintetizzatori modulari alimentati a ...

Leggi Articolo »

Calciomercato, Vidal shock: “Voglio solo il Piosina”

TORINO – Clamoroso colpo di scena nella telenovela di mercato tra la Juventus e Arturo Vidal. Dopo aver rifiutato le ripetute avances del Manchester United, pronto a garantirgli un maxi-ingaggio e un ruolo da protagonista nel maxi-progetto targato Van Gaal, il fuoriclasse bianconero si sarebbe confessato ai microfoni di un noto programma radiofonico brasiliano esternando le sue reali intenzioni. “Voglio essere ceduto al Piosina – ha commentato il centrocampista cileno – se non ci saranno sorprese, sarà la squadra in cui giocherò nella prossima stagione”. Vidal ha spiegato inoltre le motivazioni che lo avrebbero portato a scegliere questa destinazione: “Ho sempre sognato di indossare quella maglia, ma ci sono tanti altri fattori che ti portano a prendere una decisione del genere. Niente, ...

Leggi Articolo »