Templates by BIGtheme NET

Cronaca

Ordinanza sull’accattonaggio a Sansepolcro: pioggia di multe fin dal primo giorno

Sorpresa nel vedere multata la Parrocchia della Cattedrale, l’Enpa e Ed Menichella. Con il consueto zelo, coadiuvati dalle nuove milizie volontarie denominate “Guardie Padane” e dai profughi ospitati a Sansepolcro sempre pronti a collaborare con il Comune, la Polizia Comunale di Sansepolcro ha reso effettiva l’ordinanza 133 sull’accattonaggio molesto e non molesto in vigore in tutto il territorio comunale dalle 24 di sabato 4 agosto 2017. La prima multa è scattata alle ore 11.42 di domenica 5 agosto nei pressi della navata destra della Cattedrale di San Giovanni Evangelista, quando una Guardia Padana ed un profugo eritreo hanno contestato ad una signora, che camminava all’interno di un luogo di culto, un atteggiamento di richiesta di denaro nei confronti di persone ...

Leggi Articolo »

Lotta all’evasione: scoperti oltre 1,5 milioni di guadagni di Guazzino non dichiarati

Oltre un milione e 500mila euro di soldi scialacquati non dichiarati. Questo il principale risultato di mirati controlli incrociati, scambi informativi e attività operative congiunte condotte dal Comune di Misciano e dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Castora, finalizzati all’individuazione ed al recupero dell’evasione fiscale perpetrata a danno dei contribuenti. Fra gli obiettivi previsti dal Protocollo di Intesa, sottoscritto fra Comune e GdF per verificare la regolarità tributaria e fiscale relativa alle varie ‘inculate’ prese durante l’anno, c’è infatti il monitoraggio dei “guadagni di Guazzino”, ossia quei piccoli e grandi investimenti di privati cittadini, attività e associazioni del territorio che hanno prodotto un introito nettamente inferiore alla cifra di partenza. “La sinergia tra le due istituzioni – ha commentato il Comandante ...

Leggi Articolo »

Pescatori di frodo a Montedoglio, la banda si discolpa: “Facevamo la pesca del Giunti”

Dopo la maxi operazione dei Carabinieri Forestali della Valtiberina sulle sponde del lago di Montedoglio, che ha consentito di sgominare un gruppo organizzato di pescatori di frodo, i militari hanno proceduto con l’interrogatorio degli uomini individuati, verso i quali è scattata la denuncia per una serie infinita di violazioni del noto codice dei pescatori. “Quei quattro quintali di pesce non erano i nostri – avrebbe giurato uno dei pescatori – prima di arrivare al lago una vecchietta ci ha fatto gli auguri di “buona pesca” e nonostante le nostre attrezzature ultramoderne non siamo riusciti a tirar su neanche una ciabatta. Stavamo facendo la classica pesca del Giunti.”

Leggi Articolo »

Tutta la verità sul Tevere rosso

I media di regime nascondono la verità ai cittadini. Un duro lavoro per ricostruire i fatti che hanno portato apprensione in un intera valle. Un povero pensionato, che avrebbe lavato dei recipienti sporchi, capro espiatorio di un fatto terribile che ha portato terrore in Valtiberina. I media di regime, guidati dalla sporca politica, pensano che la popolazione sia solo un branco di pecore pronta a credere a tutto quello che i media scrivono. La vicenda del Tevere rosso come il volo German Wings, i vaccini obbligatori, la morte di Papa Luciani, la fine di Cospaia o l’11 settembre. Ennesimo caso di mala informazione dove per proteggere loschi interessi si trova una verità di comodo per tranquillizzare il popolino. Abbiamo sguinzagliato ...

Leggi Articolo »

Anziano aggredito nella notte spara 427 peti per legittima difesa: assolto

Il malvivente armato scoperto a rubare in giardino. L’anziano lo abbatte con una raffica di curegge e viene messo ai domiciliari per 10 mesi. Ieri il giudice l’ha assolto SAN GIUSTINO – Voleva portargli via le galline e il set di zappe da esposizione che aveva trovato nella proprietà. Se l’è trovato davanti ed è stato aggredito. Con la razione extra di fagioli all’uccelletta ancora sul groppone, lo ha messo fuori combattimento con una micidiale raffica di curegge (427 colpi tutti andati a segno) senza ammazzarlo. E per questo ha subito un lungo processo per tentato omicidio che gli ha portato via due anni della sua vita. Ieri, al termine di questo lungo calvario, è stato assolto. Il giudice ha ammesso che si ...

Leggi Articolo »

Vendeva profilattici alle prostitute, ma erano budelli per salsicce: arrestato macellaio

Un blitz eseguito la notte scorsa dalla Guardia di Finanza presso una strada dell’Aretino rinomata per la folta presenza di lucciole e lanterne, ha portato all’arresto di un 50enne macellaio del posto per tentata truffa ai danni di alcune avvenenti signore. L’uomo, %.§. le iniziali, è stato sorpreso dalle Fiamme Gialle mentre era intento a vendere alle ignare signore intere metrate di budello per insaccare le salsicce, spacciandolo per preservativi. “Il malvivente riusciva ad ingannare le clienti alludendo al doppio senso legato proprio alla ‘salsiccia’ e facendo credere loro che si trattasse di una variante casareccia del tradizionale contraccettivo in lattice” ha spiegato il Maresciallo Settebello, coordinatore dell’operazione.

Leggi Articolo »

Organizza ronde via Whatsapp, ma è un ladro: svaligiate 15 abitazioni

Tutti voi avrete sentito parlare della nuova moda che ha investito il nostro paese: dopo i Pokemon Go, l’Andiamo a Comandare e il Referendum Costituzionale ora è la volta delle Ronde di Quartiere. Sono infatti sempre più i cittadini che si organizzano in turni di pattuglia per garantire la sicurezza dei quartieri residenziali, fatti oggetto di una virulenta ondata di furti. Per molti bellicosi ultracinquantenni, la ronda diventa persino gradita occasione di convivialità e ricreazione (si organizzano persino tornei e gare di abilità tra i vari quartieri), per altri è un modo di “rimettersi in gioco” o semplicemente una scusa per passare la notte insonne fuori casa, evitando l’ormai imbarazzante incombenza dell’attività sessuale con le cadenti mogli. Questi novelli “giustizieri ...

Leggi Articolo »

Sente il terremoto ma non lo scrive su Facebook: 25enne denunciato

Un fattaccio si aggiunge alla già delicata situazione tettonica che grava sulle popolazioni del Centro Italia. Pare che durante la sera del 26 ottobre A.D.R., queste le sue iniziali, un giovane elettricista di Fraccano, abbia effettivamente percepito le scosse del terremoto marchigiano ma non si sia prodigato di diffondere il suo responso geologico via social, scatenando il sospetto dell’intera comunità tiberina. I primi segnali di comportamento dubbio del giovane risalgono ai minuti susseguenti la prima scossa, periodo nel quale ADR, invece di esprimere i suoi sentimenti di paura o semplicemente di disdegno verso chi manifesta sentimenti di paura, ha continuato imperterrito a pubblicare sulla sua bacheca alcuni video della pagina ‘Roba Da Elettricisti’. Il losco comportamento non è passato inosservato ...

Leggi Articolo »

Scandalo in Valtiberina: allevamento locale sorpreso a produrre lombo sott’olio di palma

Una nuova lobby dell’olio di palma opera in Valtiberina. Una ristretta ma potente cerchia di aziende ha infatti investito svariati milioni di euro in campagne pubblicitarie per cercare di convincere i consumatori che l’olio tropicale non distrugge le foreste e non fa male alla salute. Il risultato di questa nuova strategia, secondo i test clinici dell’Istituto di Ricerca “Magno Suidi”, è che il business dell’olio di palma è tornato drammaticamente a livelli di guardia, arrivando persino a colpire uno dei principali prodotti di punta della terra valtiberina: il maiale sott’olio. Una nota (ma non troppo) azienda produttrice di insaccati e prodotti maialosi è stata infatti sorpresa a fornire alle macellerie e botteghe di zona dei prodotti contenenti ingenti dosi di ...

Leggi Articolo »

Caprese, sanguinosa guerra tra bande per il controllo di una fungaia

Ammonta a 4 feriti gravi, di cui uno ricoverato in codice verde, il pesantissimo bilancio della maxi guerra tra bande avvenuta all’alba di domenica 18 settembre nei boschi di Caprese Michelangelo. Durante la consueta scarpinata mattutina, la locale gang di cercatori di funghi “Capraccia Warriors” avrebbe sorpreso alcuni membri della banda pievana “Los Prugnolos”, acerrimi rivali di vallata, nei pressi di una segretissima ed esclusiva fungaia della quale i caprociani rivendicavano la proprietà. Dalle minacce alle lame il passo è stato ovviamente breve. La discussione tra le due bande è infatti degenerata in tagli e lancio di panieri che hanno costretto le forze dell’ordine a sguinzagliare dieci cinghiali per sedare i bollenti spiriti. Tutti i presenti sono stati tratti in arresto ...

Leggi Articolo »