Templates by BIGtheme NET

Cronaca

Coronavirus, il primo caso in Italia è un cittadino di Anghiari

Una utile guida ai sintomi della malattia È un antiquario del piccolo borgo valtiberino il primo caso italiano di Coronavirus e che costringerà le autorità a mettere in quarantena l’intero paese. Gli inequivocabili sintomi della malattia sono stati subito accertati visto che il soggetto infettato al mattino si era svegliato con una barba foltissima alla Mauro Corona, una serie di tatuaggi alla Fabrizio Corona e con l’incontenibile desiderio di riguardare su Youtube i più bei gol di bomber Giorgio Corona sorseggiando una nota birra messicana. Sintomi secondari ma spesso presenti sono il bisogno di canticchiare vecchi successi disco-dance anni ‘90 come “The Rhythm of the Night” o “Baby Baby” o il possesso di monete ceche, svedesi, danesi, norvegesi, islandesi e ...

Leggi Articolo »

Atti osceni in luogo pubblico, terzo arresto a Sansepolcro

Ancora una volta il calendario dell’Accademia del buon vivere è fonte di atti di autoerotismo Numeri da capogiro quelli che ruotano attorno al calendario protagonista del Natale di Sansepolcro. In periodi di magra, nei quali perfino le banche non regalano più agende o almanacchi, la brillante idea dell’Accademia del buon vivere sta raggiungendo risultati imprevedibili. Le pose sexy delle belle donne valtiberine fanno letteralmente impazzire gli uomini, locali e non, visto che molti percorrono centinaia di chilometri pur di entrare in possesso dello splendido calendario. Già dopo pochi giorni di distribuzione del prezioso dono per il nuovo anno, sono ben tre coloro che non hanno saputo resistere ai più vergognosi impulsi ormonali. È notizia di ieri l’arresto in flagranza di ...

Leggi Articolo »

Fa il pieno di funghi ma non pubblica le foto, l’Asl sequestra 20 kg di porcini

Lo scorso 24 agosto l’ASL Toscana sud-nord ha sequestrato una partita di porcini ad un 75enne di Manzi, frazione di Caprese Michelangelo, da sempre appassionato di funghi. Il motivo? Dopo la fortunata raccolta del mattino, lo sventurato cercatore ha inavvertitamente sottoposto il suo ghiotto bottino al controllo del micologo SENZA aver prima pubblicato sul web una foto del suo paniere ricolmo. Il professionista dell’azienda sanitaria ha effettuato un minuzioso screening dei vari profili social del signore per verificare il buon svolgimento di questa prassi divenuta ormai imprescindibile per chiunque voglia andare a funghi. I controlli hanno evidenziato la mancanza di tutte le autorizzazioni specifiche: nessun post su Facebook, nessun album fotografico, neppure una semplice Instagram story. Per questo sono state ...

Leggi Articolo »

Chiusura della E45: triplica il prezzo della droga in Valtiberina

Spacciatori e consumatori scendono in piazza per protestare: “Dopo quella che arrivava in treno da Perugia ci togliete anche quella della Riviera Romagnola” Tempi duri per chi vende e compra droga in Valtiberina toscana e Alto Tevere umbro. Prezzi così alti non si vedevano dai primi anni ‘80 nonostante ci fosse ancora la lira. Non bastava l’interruzione della ferrovia e del flusso di sostanze stupefacenti che assicurava il capoluogo umbro, ma la chiusura della E45 all’altezza di Valsavignone ha creato un ulteriore difficoltà all’approvvigionamento delle preziose sostanze mettendo in crisi una parte dell’economia locale. Proprio nella ridente frazione di Pieve Santo Stefano, appunto quella Valsavignone detta “La Violenta”, si sono dati appuntamento gli spacciatori locali per una forte protesta contro ...

Leggi Articolo »

Chi era Anacleto Puleto, oggi sulla bocca di tutti e al quale è dedicato il viadotto della E45 a rischio crollo?

Si deve proprio a questo pievano di adozione l’apertura dei numerosi night club che hanno resa famosa Pieve Santo Stefano nel mondo Erano gli anni ‘60, quelli del boom economico e lasciata la guerra alle spalle gli uomini cercavano un poco di svago. Pieve Santo Stefano, in epoca in cui non esistevano telefoni cellulari e geolocalizzazione, era un’ottima zona franca a cavallo tra la Romagna, l’Umbria e facente parte in mondo marginale e delocalizzato di una Provincia di Arezzo che, soprattutto nel capoluogo, aveva una grande voglia di fica. Allo stesso tempo, all’indomani della chiusura delle case di tolleranza, non mancava affatto l’offerta. Anacleto Puleto, laziale di origine e zio da parte di madre di quel Giorgio Fusberti che anni ...

Leggi Articolo »

La E45 sarà riaperta entro un mese

I Ministri Salvini e Toninelli assicurano che l’importante arteria sarà di nuovo aperta e sicura in occasione del passaggio della scorta che accompagnerà Cesare Battisti a Venezia, Udine e Capodistria. Non solo la E45 sarà riaperta a tempo di record, ma ci sarà anche la terza corsia nella direzione nord. Tutto questo grazie al fatto che il corteo ministeriale che accompagnerà il prossimo 16 febbraio Cesare Battisti a deporre presso il tribunale di Venezia, passerà proprio dalla SS3BIS. La deposizione avviene esattamente a quaranta anni di distanza dall’omicidio che vide la morte del macellaio Lino Sabbadin, a Santa Maria di Sala in provincia di Venezia, avvenuto alla stessa ora di quello di Milano dove trovò la morte Pierluigi Torregiani. Per ...

Leggi Articolo »

La municipale di Sansepolcro sequestra la USS Enterprise nel parcheggio di San Puccio

Dopo la visita al Museo Civico scompare il Capitano Picard. Il Sindaco Cornioli incontra il Signor Spock alla ricerca di una soluzione al doppio problema Sansepolcro città dell’intrigo e del mistero. Dopo la scomparsa del portone originale di Porta Fiorentina e dopo il mancato ritorno della Madonna della Misericordia da Milano, ecco salire alla ribalta della cronaca un intrigo dal sapore internazionale, anzi interstellare. A causa di un’avaria dei circuiti spazio temporali la USS Enterprise, celebre in tutto il mondo come l’astronave della serie Start Trek, ha effettuato un atterraggio di emergenza nell’aviosuperfice di Palazzolo. Il Capitano Jean Luc Picard, memore delle testimonianze del collega e predecessore britannico Capitano Antony Clark, che nei propri diari di bordo definì la Resurrezione ...

Leggi Articolo »

Cade a terra e impreca contro il “diàccio”: aretino aggredito da militanti di CL

Buran, o Burian, o Burioni – come preferite chiamarlo, insomma – comincia a mietere le prime vittime in Valtiberina. Un clochard non meglio identificato, ma originario di Arezzo, sarebbe stato aggredito nei pressi del Duomo cittadino, dopo essere scivolato sulle scalinate in cerca di un riparo, da una comitiva di attivisti di CL meridionali in gita parrocchiale, che in un primo momento gli avrebbero addirittura prestato aiuto. La lite sarebbe scaturita dalla mancata comprensione, da parte dei ciellini, della frase “accidenti a quel diàccio ‘nterra”, con “diàccio”, dialettalismo per “ghiaccio”, scambiato per una bestemmia. Il clochard non avrebbe comunque sporto denuncia, poiché si è scaldato grazie ai tonfi ricevuti.

Leggi Articolo »

Tragedia a Ponte Singerna: anziana brucia baldino

L’Autorità: “Tre giorni di lutto” Caprese Michelangelo ancora sotto shock da ieri, quando, all’ora del tè, una giovane anziana di 68 anni del comprensorio, è riuscita a bruciare il dolce simbolo dell’Istituto dei Comprensori Sub-Montani dell’Alto Singerna (ICS-MAS, abbreviato in X-MAS). RG, queste le iniziali della donna, originaria dell’apecchiese e adesso ricoverata alla RSA di Anghiari, avrebbe lasciato il dolce nella stufa senza controllarlo, a causa di un colpo di sonno causato dalla trasmissione della decima replica di Don Matteo alla televisione. Altre fonti danno per certo un malore causato dal casuale zapping che l’avrebbe portata a vedere “L’isola dei famosi“. La tragedia ha scosso tutta la comunità caprogiana nelle sue fondamenta. Testimoni affermano che avrebbe provato comunque a propinare ...

Leggi Articolo »

L’informazione cambia pelle: emergenza sanitaria tra Valtiberina, Valle del Savio e del Marecchia

Molti utenti ricorrono alle cure mediche nelle 48 ore di silenzio informativo di un notissimo e apprezzatissimo sito di informazione locale. E con la scoperta della nuova grafica i malori raddoppiano. Tutto esaurito negli ospedali di Sansepolcro, Città di Castello, Novafeltria, Sassocorvaro e San Piero in Bagno. Allertate le prefetture per l’emergenza scattata anche nei grandi ospedali di Arezzo, Perugia e Cesena per la curiosa epidemia che ha colpito gran parte della popolazione informatica di alcune zone del centro Italia. A causare il ricorso alle cure mediche è stata la sospensione delle attività giornalistiche del più importante sito di informazione locale che per circa due giorni si è auto-oscurato in vista di una trasformazione della propria grafica. Già in questa ...

Leggi Articolo »