Templates by BIGtheme NET

Cronaca

La municipale di Sansepolcro sequestra la USS Enterprise nel parcheggio di San Puccio

Dopo la visita al Museo Civico scompare il Capitano Picard. Il Sindaco Cornioli incontra il Signor Spock alla ricerca di una soluzione al doppio problema Sansepolcro città dell’intrigo e del mistero. Dopo la scomparsa del portone originale di Porta Fiorentina e dopo il mancato ritorno della Madonna della Misericordia da Milano, ecco salire alla ribalta della cronaca un intrigo dal sapore internazionale, anzi interstellare. A causa di un’avaria dei circuiti spazio temporali la USS Enterprise, celebre in tutto il mondo come l’astronave della serie Start Trek, ha effettuato un atterraggio di emergenza nell’aviosuperfice di Palazzolo. Il Capitano Jean Luc Picard, memore delle testimonianze del collega e predecessore britannico Capitano Antony Clark, che nei propri diari di bordo definì la Resurrezione ...

Leggi Articolo »

Cade a terra e impreca contro il “diàccio”: aretino aggredito da militanti di CL

Buran, o Burian, o Burioni – come preferite chiamarlo, insomma – comincia a mietere le prime vittime in Valtiberina. Un clochard non meglio identificato, ma originario di Arezzo, sarebbe stato aggredito nei pressi del Duomo cittadino, dopo essere scivolato sulle scalinate in cerca di un riparo, da una comitiva di attivisti di CL meridionali in gita parrocchiale, che in un primo momento gli avrebbero addirittura prestato aiuto. La lite sarebbe scaturita dalla mancata comprensione, da parte dei ciellini, della frase “accidenti a quel diàccio ‘nterra”, con “diàccio”, dialettalismo per “ghiaccio”, scambiato per una bestemmia. Il clochard non avrebbe comunque sporto denuncia, poiché si è scaldato grazie ai tonfi ricevuti.

Leggi Articolo »

Tragedia a Ponte Singerna: anziana brucia baldino

L’Autorità: “Tre giorni di lutto” Caprese Michelangelo ancora sotto shock da ieri, quando, all’ora del tè, una giovane anziana di 68 anni del comprensorio, è riuscita a bruciare il dolce simbolo dell’Istituto dei Comprensori Sub-Montani dell’Alto Singerna (ICS-MAS, abbreviato in X-MAS). RG, queste le iniziali della donna, originaria dell’apecchiese e adesso ricoverata alla RSA di Anghiari, avrebbe lasciato il dolce nella stufa senza controllarlo, a causa di un colpo di sonno causato dalla trasmissione della decima replica di Don Matteo alla televisione. Altre fonti danno per certo un malore causato dal casuale zapping che l’avrebbe portata a vedere “L’isola dei famosi“. La tragedia ha scosso tutta la comunità caprogiana nelle sue fondamenta. Testimoni affermano che avrebbe provato comunque a propinare ...

Leggi Articolo »

L’informazione cambia pelle: emergenza sanitaria tra Valtiberina, Valle del Savio e del Marecchia

Molti utenti ricorrono alle cure mediche nelle 48 ore di silenzio informativo di un notissimo e apprezzatissimo sito di informazione locale. E con la scoperta della nuova grafica i malori raddoppiano. Tutto esaurito negli ospedali di Sansepolcro, Città di Castello, Novafeltria, Sassocorvaro e San Piero in Bagno. Allertate le prefetture per l’emergenza scattata anche nei grandi ospedali di Arezzo, Perugia e Cesena per la curiosa epidemia che ha colpito gran parte della popolazione informatica di alcune zone del centro Italia. A causare il ricorso alle cure mediche è stata la sospensione delle attività giornalistiche del più importante sito di informazione locale che per circa due giorni si è auto-oscurato in vista di una trasformazione della propria grafica. Già in questa ...

Leggi Articolo »

Abitazione svaligiata dai banditi mentre il proprietario ruba in un’altra casa

Raid ladresco a Sansepolcro nel tardo pomeriggio di domenica: i malviventi hanno colpito in una villetta situata in località Trebbio, mentre il proprietario dell’abitazione stava eseguendo a sua volta un furto in un’altra abitazione: l’amara sorpresa al rientro a casa per cena. I ladri di sicuro avevano studiato bene i movimenti del malvivente proprietario e hanno potuto agire indisturbati: hanno infranto il vetro di una finestra e una volta entrati hanno rovistato tra la vecchia refurtiva in cerca soldi e oggetti di qualche valore. Sono così (nuovamente) spariti vari gioielli, quattro orologi, un fallo di gomma e denaro contante. Lo scassinatore ha subito allertato i Carabinieri della locale Stazione che hanno prontamente tratto in arresto l’uomo, ma con la promessa di ...

Leggi Articolo »

Caso Weinstein, anche in Valtiberina vittime del noto produttore cinematografico

La magistratura indaga anche sul coinvolgimento di vittime di sesso maschile. Bocche cucite nella caserma della Polizia Municipale di Sansepolcro, nessuna ammissione ma dalle notizie che trapelano sembra che siano state depositate più di una denuncia contro il produttore americano Harvey Weinstein. Tutto nasce leggendo alcuni degli innumerevoli commenti legati all’hastag #quellavoltache. A colpire gli inquirenti un messaggio firmato da un tale Gabriele da Sansepolcro. Non c’è voluto molto a capire di chi si trattasse, visto che alcuni degli episodi di violenza risalgono al 2003, periodo in cui l’Assessore Gabriele Marconcini, all’epoca ventenne, faceva parte del cast della nota soap opera Beautiful. “E’ vero, sono stato molestato da Weinstein, avevo venti anni, collaboravo con la Miramax ed ero lanciato nella ...

Leggi Articolo »

Monterchiese torna a casa sobrio, la moglie lo caccia di casa

E’ successo al povero Sandro Borraccia, manovale al nero e tartufaio in regola. Dalle sue vive parole la cronaca di quanto accaduto: “Niente, che dire! Giuro che l’altro giorno avrebbi fatto come tutti gli altri, via de bianchetti, miscele, campari, biciclette, grappe e stravecchi da le sette a mezzanotte; solo che avevo preso ‘na medicina e il dottore m’aveva detto de non becci dietro! Sapete, m’ha pizzicato ‘na zecca mentre ero a tartufi e m’ha fatto un’infezione da morire, quindi ho iniziato a prendere i pasticconi de antibiotico. Non l’avessi mai fatto! A le undici de sera so tornato a casa dopo la scopa al Vingone e me so presentato a la soglia de casa. Tempo de mettere la chiave ...

Leggi Articolo »

Ordinanza sull’accattonaggio a Sansepolcro: pioggia di multe fin dal primo giorno

Sorpresa nel vedere multata la Parrocchia della Cattedrale, l’Enpa e Ed Menichella. Con il consueto zelo, coadiuvati dalle nuove milizie volontarie denominate “Guardie Padane” e dai profughi ospitati a Sansepolcro sempre pronti a collaborare con il Comune, la Polizia Comunale di Sansepolcro ha reso effettiva l’ordinanza 133 sull’accattonaggio molesto e non molesto in vigore in tutto il territorio comunale dalle 24 di sabato 4 agosto 2017. La prima multa è scattata alle ore 11.42 di domenica 5 agosto nei pressi della navata destra della Cattedrale di San Giovanni Evangelista, quando una Guardia Padana ed un profugo eritreo hanno contestato ad una signora, che camminava all’interno di un luogo di culto, un atteggiamento di richiesta di denaro nei confronti di persone ...

Leggi Articolo »

Lotta all’evasione: scoperti oltre 1,5 milioni di guadagni di Guazzino non dichiarati

Oltre un milione e 500mila euro di soldi scialacquati non dichiarati. Questo il principale risultato di mirati controlli incrociati, scambi informativi e attività operative congiunte condotte dal Comune di Misciano e dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Castora, finalizzati all’individuazione ed al recupero dell’evasione fiscale perpetrata a danno dei contribuenti. Fra gli obiettivi previsti dal Protocollo di Intesa, sottoscritto fra Comune e GdF per verificare la regolarità tributaria e fiscale relativa alle varie ‘inculate’ prese durante l’anno, c’è infatti il monitoraggio dei “guadagni di Guazzino”, ossia quei piccoli e grandi investimenti di privati cittadini, attività e associazioni del territorio che hanno prodotto un introito nettamente inferiore alla cifra di partenza. “La sinergia tra le due istituzioni – ha commentato il Comandante ...

Leggi Articolo »

Pescatori di frodo a Montedoglio, la banda si discolpa: “Facevamo la pesca del Giunti”

Dopo la maxi operazione dei Carabinieri Forestali della Valtiberina sulle sponde del lago di Montedoglio, che ha consentito di sgominare un gruppo organizzato di pescatori di frodo, i militari hanno proceduto con l’interrogatorio degli uomini individuati, verso i quali è scattata la denuncia per una serie infinita di violazioni del noto codice dei pescatori. “Quei quattro quintali di pesce non erano i nostri – avrebbe giurato uno dei pescatori – prima di arrivare al lago una vecchietta ci ha fatto gli auguri di “buona pesca” e nonostante le nostre attrezzature ultramoderne non siamo riusciti a tirar su neanche una ciabatta. Stavamo facendo la classica pesca del Giunti.”

Leggi Articolo »