Templates by BIGtheme NET

Chiusura E45, ANAS risponde: “Alla prossima nevicata apriremo Ponte Aereo”

Come tutti sappiamo, durante le abbondanti nevicate di inizio settimana l’ANAS ha deciso di chiudere la E45 per diversi chilometri, bloccando di fatto il passaggio di ogni mezzo attraverso il valico dei Canili sia in direzione nord che sud.

Questa decisione, per quanto gravosa, è stata presa per garantire l’incolumità degli automobilisti ma soprattutto per salvaguardare la superstrada, che se la sarebbe potuta avere ancora più a male dopo tutte le polemiche che scoppiano sul suo conto ad ogni amen. Stateci voi tutto il giorno a sentirvi dire “mulattiera”, “troiaio”, “te butterei giù a ceffoni”, “fai schifo”, “merdaccia”, ed altre ingiurie ed infamie farcite.

Onde evitare altri problemi alla viabilità e ai servizi di logistica che interessano la Valtiberina tutta, Sansepolcro compresa, l’ANAS ha trovato un’ingegnosa soluzione, mutuata da uno degli eventi più importanti della storia del 900… e non ci riferiamo alla briscola fra Bearzot, Causio, Zoff e Pertini. Si tratta invece del cosidetto “Ponte Aereo”; Così come le forze alleate fecero per portare viveri nella Berlino Ovest circondata dai sovietici o l’esercito tedesco per soccorrere i propri soldati durante il kessel di Stalingrado, si è pensato di creare un collegamento aereo che, in caso di forte neve, possa garantire il trasporto di uomini e beni dal versante romagnolo dell’Appennino al toscano, e viceversa.

Gli aeroporti interessati saranno il “Luigi Ridolfi”di Forlì e il “Palazzolo Avio” di Sansepolcro, che verranno forniti di due aeroplani Hercules C130. Questi saranno in carico di continuative tratte commerciali transappenniniche ogni qualvolta l’allerta meteo salirà sopra il livello “bufa che non ci se move”.

Braddo Pitti

Braddo Pitti