Templates by BIGtheme NET

Chiusura della E45: triplica il prezzo della droga in Valtiberina

Spacciatori e consumatori scendono in piazza per protestare: “Dopo quella che arrivava in treno da Perugia ci togliete anche quella della Riviera Romagnola”

Tempi duri per chi vende e compra droga in Valtiberina toscana e Alto Tevere umbro. Prezzi così alti non si vedevano dai primi anni ‘80 nonostante ci fosse ancora la lira.

Non bastava l’interruzione della ferrovia e del flusso di sostanze stupefacenti che assicurava il capoluogo umbro, ma la chiusura della E45 all’altezza di Valsavignone ha creato un ulteriore difficoltà all’approvvigionamento delle preziose sostanze mettendo in crisi una parte dell’economia locale.

Proprio nella ridente frazione di Pieve Santo Stefano, appunto quella Valsavignone detta “La Violenta”, si sono dati appuntamento gli spacciatori locali per una forte protesta contro il blocco della nota strada di grande comunicazione.

“N’se po vive senza la bamba” commenta un manifestante di origine tifernate che desidera restare anonimo. “Senza la droga si rischia la chiusura anche delle tradizionali attività commerciali come bar e locali da ballo” commentano preoccupati i principali rappresentanti delle associazioni di categoria.

E per fermare l’aumento dei prezzi si fa appello alle istituzioni che permettano il transito di almeno due autoarticolati di droghe leggere e pesanti attraverso Viamaggio, cercando di convincere il Sindaco Santucci di Badia Tedalda a rimuovere il blocco verso i mezzi pesanti nella strada di Arsicci.

Falko Weisspflog

Pluridecorato saltatore di sci tedesco orientale di origine sassone. Campione nazionale e bronzo mondiale nel 1978. In seguito al ritiro dalle competizioni internazionali e dopo un breve soggiorno viennese sceglie Ponte Molino Baffoni per una vita dedicata all'eremitaggio ed al pentimento.