Templates by BIGtheme NET

Tifernate parla italiano forbito per 12 ore: tre morti

CITTÀ DI CASTELLO – Forse voleva essere una bravata ma si è trasformata in tragedia. Un giovane 19enne tifernate H.P., residente nel rione di San Giacomo, ha perso la vita dopo aver parlato ininterrottamente per ben 12 ore utilizzando un registro linguistico ‘aulico’, dunque senza lasciar trasparire il benché minimo accento ‘castelèno’, trascinando di fatto il proprio fisico ben oltre i limiti dell’umana sopportazione.

I fatti sono accaduti in piazza Matteotti, nel cuore del comune altotiberino, dove il giovane avrebbe svolto questo bizzarro harakiri senza curarsi minimamente dei possibili danni a persone e cose nelle vicinanze. Con lui sono per l’appunto deceduti altri due cittadini, un tabaccaio del posto A.E.I. e un venditore di fazzoletti congolese O.U.Y., colpevoli solo di aver interloquito per alcuni attimi con il forbito quanto incosciente oratore.

Melissa Zotezio

Avatar
Farneticante millantatore dal 1988.