Templates by BIGtheme NET

Record di ascolti per il Consiglio Comunale di Sansepolcro in streaming

La diretta della seduta consiliare si piazza al secondo posto tra i più visti del venerdì sera valtiberino

Poco più di dieci visualizzazioni per il debutto in prima serata della seduta consiliare della città pierfrancescana in periodo di Carnevale. Con uno share del 0,14%, Cornioli & Friends si piazzano subito dietro a “Sotto l’altare”, la soap opera porno-soft, in onda su Tele San Domenico, e che da anni caratterizza le serate del pubblico valtiberino. Terzo posto, molto distaccato, l’approfondimento culturale di Michele Casini su Tevere Tv.

L’idea di trasmettere in diretta gli interessanti dibattiti che caratterizzano il parlamentino biturgense nasce all’inizio di questa legislatura e trovò concordi tutte le forza politiche nel mettersi a disposizione un nuovo palcoscenico, non bastando le pagine delle più prestigiose testate locali o i videomessaggi sui canali Youtube.

Del resto, confrontando i numeri della serata consiliare con i vecchi dati auditel relativi a Sansepolcro, per ritrovare un ascolto così importante bisogna tornare alla finale del “Mundial” del 1982 o all’ultima puntata di “Uccelli di Rovo”. Intendiamo i dati della vecchia emittente perugina Rte 24h, mentre Rai e Canale 5 trasmettevano i due programmi sopra descritti.

Il momento più emozionante della serata, con un picco di quattordici visualizzazioni, è stato quando Tonino Giunti, novello Padre Ralph, al termine delle 235 interrogazioni presentate, con la volontà di non perdere la significativa attenzione conquistata con molta fatica e sacrificio, ha baciato a sorpresa la capogruppo del Movimento 5 Stelle mentre il marito la osservava in diretta assieme a tutto il Meetup di Sansepolcro (9 delle 14 visualizzazioni).

“Non si può esprimere giudizi troppo duri dopo una sola puntata”, è il commento del Presidente del Consiglio Comunale Lorenzo Moretti che al termine della seduta ha indicato gli aspetti da migliorare, ma anche i principali punti  di forza del nuovo servizio. Tra questi, la possibilità di dare un’alternativa a Zelig, permettendo di ravvivare il venerdì, da sempre serata difficile in Valtiberina. Altro elemento positivo è costituito dalla nascita di gruppi di ascolto all’estero, sia tra i concittadini emigrati e sia tra coloro che vogliono imparare la lingua italiana. A tal proposito dovranno essere previsti i sottotitoli per gli interventi del Consigliere Torrisi, non sempre chiari per i cittadini stranieri che non hanno almeno un livello B2. “La diretta televisiva costiuisce un rischio per la nostra città”,  sottolinea il capogruppo della Lega Alessandro Rivi, “poiché vi è la possibilità di essere visti ed ammirati anche sulle coste libiche. Questo potrebbe portare un’ondata di profughi sulla Valtiberina visto che dagli interventi dell’Amministrazione Comunale, Sansepolcro e dintorni appaiono come un paradiso in terra nel quale tutti vorrebbero vivere”.

Ma veniamo a noi. Premettiamo fin da subito che il nostro compito è quello di fare informazione chiara, trasparente e limpida, senza compromessi. Per questo vogliamo concentrarci su quelle che secondo noi sono le principali problematiche di questo nuovo format televisivo, nella speranza che la produzione possa tenere in considerazione questo nostro feedback assolutamente costruttivo.

Oltre a non capire una sega di quello che i Consiglieri dicono, stavolta non per le difficoltà lessicali  ma per la scarsa qualità dell’audio, la serata si è rivelata emozionante solo a tratti e per la produzione c’è ancora molto lavoro da fare. Bacio di Tonino a parte, lo spettacolo ha avuto qualche difficoltà a mantenere alto il livello di tensione su coloro che da casa seguono con interesse le avventure dei Consiglieri Comunali. Anche le continue interruzioni pubblicitarie non aiutano a  mantenere la concentrazione. Sulle televendite di beni comunali, poi, si è forse raggiunto il livello più basso.

Lo Zozzo continuerà a seguire le dirette da Palazzo delle Laudi e cercherà di aiutare i tecnici del nostro municipio preferito confezionando dei sottotitoli per aiutare tutti coloro che da casa vorranno comprendere meglio cosa accade a Sansepolcro.

Jurgen Sparwasser

Una carriera come mezzala al Magdeburgo con un bottino di una Coppa delle Coppe, tre scudetti e quattro coppe nazionali. La sera del 22 giugno 1974 la sua vita cambia. Abbandona la Germania Orientale per dedicare tutta la sua vita a scrivere articoli giornalistici per lo Zozzo.