Templates by BIGtheme NET

Anziano aggredito nella notte spara 427 peti per legittima difesa: assolto

Il malvivente armato scoperto a rubare in giardino. L’anziano lo abbatte con una raffica di curegge e viene messo ai domiciliari per 10 mesi. Ieri il giudice l’ha assolto

SAN GIUSTINO – Voleva portargli via le galline e il set di zappe da esposizione che aveva trovato nella proprietà. Se l’è trovato davanti ed è stato aggredito. Con la razione extra di fagioli all’uccelletta ancora sul groppone, lo ha messo fuori combattimento con una micidiale raffica di curegge (427 colpi tutti andati a segno) senza ammazzarlo. E per questo ha subito un lungo processo per tentato omicidio che gli ha portato via due anni della sua vita. Ieri, al termine di questo lungo calvario, è stato assolto. Il giudice ha ammesso che si è trattato di legittima difesa.

Non era certo la prima volta che i ladri entravano nel giardino della sua tenuta agricola, nella campagna sangiustinese, per derubarlo. Il signor Arduino Sgancia, 76 anni, ci aveva fatto il callo. E aveva imparato a convivere con la paura di essere aggredito. Lo faceva tenendosi il colpo sempre in canna. Perché, nonostante le continue denunce, nessun agente si era mai presentato a casa sua per difenderlo, forse anche per il timore di un coinvolgimento nel conflitto a fuoco con armi chimiche. Non gli restava, quindi, che difendersi da solo.

Melissa Zotezio

Farneticante millantatore dal 1988.